Ancora su stà tibia..

Nell’articolo precedente ci siamo concentrati sul fatto che la tibia (cosi come le restanti ossa del corpo), sulla base di stimoli meccanici ambientali (vita, allenamento ecc.) tendano ad operare un processo di adattamento nel quale l’osso si “irrobustisce”, aumentando la sua densità minerale e modificando il suo reticolato interno.

I thai vincono perchè c’hanno le tibie dure!

Il titolo già sappiamo dove porta, fin dai tempi di Van Damme è noto che per essere forti e scassare Tom Po ci servono le tibie dure, d’adamantio, altrimenti niente vittoria, niente gloria, niente Nazukao. Quindi vedi orde di principianti prendere a calci praticamente qualunque cosa per avere una bella “tibia dura” e vincere. MaContinua a leggere “I thai vincono perchè c’hanno le tibie dure!”

La para-noia delle ginocchia parte 1

Il ginocchio, sbucciato, scorticato, usurato nei campi di calcetto il fine settimana. Messo a dura prova con mezzi squat (per non far male appunto alle ginocchia) è una delle articolazioni, insieme alla spalla, che gode di una maggior percentuale di infortuni, sia in competizione che in allenamento. Oggi proverò ad inoltrarmi, con chi mi vorràContinua a leggere “La para-noia delle ginocchia parte 1”